Il sesso è amore?

Il costanziano nonché pluriocchialuto psichiatra Raffaele Morelli, direttore di Riza Psicosomatica, ha scritto un libro dal titolo “Il sesso è amore“. E ha detto tutto. E niente. Premettendo che non ho letto il libro e non so nemmeno di cosa parli (tranne del fatto che in amore pensare è inutile, e sa il cielo quanto questo omìno abbia ragione, ché io ho sempre pensato troppo e non ho cavato un ragno dal buco), analizzo semplicemente la frase. “Il sesso è amore”. Così, d’emblée (che son dovuta andare a cercare sul sito della Crusca, perché non sapevo come si scrivesse, dannati francesi), mi viene da dargli ragione. Il sesso è amore perché in genere la spinta del sesso è un sentimento che può essere definito d’amore in senso molto ampio. Si può fare sesso per Amore tout court, per amicizia, per passione, per attrazione fisica. Si fa comunque nella maggioranza dei casi, con qualcuno che ci piace. Se scegliamo qualcuno che ci fa schifo dobbiamo sì andare da Morelli, non per congratularci con lui, ma per farci curare. Una volta parlando con il mio ex strizza di una storia con un tipo di cui non capivo le intenzioni (o meglio, quelle le capivo benissimo, ma non capivo se c’era qualcosa di più profondo al di là di quelle), gli dissi: “Mi ha raccontato cose molto private di sé, dei dolori che ha vissuto, delle esperienze di vita più significative”. Lui mi rispose: “Non ne avrebbe parlato se non avesse sentito un legame che andava al di là dell’attrazione fisica”. Ciò non vuol dire che fosse innamorato nel senso classico del termine, ma che anche per lui il sesso era una forma di amore. Di fondo il sesso è un mezzo di comunicazione, che molti usano e abusano perché non sanno come altro fare ad avvicinarsi al prossimo. Con il bel risultato che spesso, invece di avvicinarsi, in quel modo si allontanano irreversibilmente. Quello che sicuramente è condivisbile è il sottotitolo del libro “Vivere l’Eros senza sensi di colpa”. Sacrosante (si fa per dire perché Giuseppino Ratzinger non sarebbe d’accordo) parole: i sensi di colpa e l’Eros non vanno d’accordo, fare sesso non è peccato e a chi non mi crede espongo in breve la teoria che ho abbracciato a tal proposito:

Il Papa dice che il sesso è peccato? (e diciamocelo chiaramente…per la Chiesa ufficiale è SEMPRE peccato, quasi quasi pure nel matrimonio, perché porta piacere e tutto ciò che porta piacere NO BUONO!). Il Papa dice che Dio ha creato tutto? Allora Dio ha creato anche il sesso. E guarda caso lo ha creato piacevole e vario, altrimenti avrebbe fatto come per i leoni che hanno dei rapporti intimi che paiono delle intramuscolari. E’ vero, a volte capita anche agli umani, per questo Dio ha creato anche i sessuologi e i medici, perché rimediassero a questo difetto. Se il sesso fosse peccato, Dio avrebbe potuto dire “Vi riprodurrete sputandovi in un occhio”. Sempre scambio di liquidi era…Invece no, per noi uomini il Creatore ha inventato il “Passatempo più sano ed economico” insieme alla Settimana Enigmistica. Dunque, approfittiamo di questo dono senza sensi di colpa ricordandoci che il vero peccato è far del male agli altri, non far del bene a sé stessi. Poi ognuno agisca secondo le proprie inclinazioni, mica sto consigliando di andare con tutti indiscriminatamente. Solo che, chi lo fa…beh, se lo fa coscientemente e liberamente, non facendo danno a nessuno, FA BENE!

Riporto una frase tratta dal libro di Morelli, da cui non ricevo purtroppo alcun compenso per questo mega spot. Bisogna smettere di credere che esista un amore puro e un amore sporco, un amore divino e uno infernale, un amore sacro e uno profano. L’amore è attrazione, desiderio, piacere… e basta! Niente domande, né progetti, né fantasticherie di futuri matrimoni, né schemi in cui inserirlo.

E ricordiamoci anche che la parola sesso viene usata anche in casi di stupro, di pedofilia, di abusi. Beh, quello non è sesso, è violenza. Lo strumento è lo stesso, il fine è un danno gravissimo e vergognoso. Come dire che il coltello che è buono per tagliare il pane, è nocivo per uccidere una persona. Sempre coltello è, ma dipende dall’uso che se ne fa.

arton10143

About these ads

43 pensieri su “Il sesso è amore?

  1. ” il vero peccato è far del male agli altri, non far del bene a sé stessi”
    Grande Alianorah, anche se PeppinoRatzi non sarà d’accordo.
    Considerare sesso lo stupro e la pedofilia significa semplicemente confondere l’intenzione con lo strumento con cui la si manifesta.

  2. Mmmmmmmm…si vede che non ti è mai capitato di svegliarti una mattina chiedendoti “che ci faccio io qui ?”, desiderando il teletrasporto per tornare a casa senza dover scambiare neanche una parola col partner della nottata. Il sesso a volte è un riempitivo e basta…per fortuna raramente eh !

  3. Bellissimo e condivisibilissimo post.
    L’occhialuto Morelli, però, fa un po’ troppo il filosofo.
    Spiego: il sesso in sè non è assolutamente peccato, e Giuseppino Ratzinger per conto mio potrebbe pure tornarsene ad Avignone.
    Ma…il sesso può essere ottimo sesso, ma sesso rimane.E va bene che la persona con cui lo fai non ti risulta repellente, altrimenti dovresti farti curare, ma si può fare il sesso più appagante e bello del mondo: sempre sesso rimane.
    Io non sono una virtuosa dell’amore coniugale, avendo chiuso il mio matrimonio otto anni fa, ma, in base alle mie esperienze, ho imparato a distinguere tre tipi di sesso: quello così e così, poco più che ginnastica, quello molto appagante ma alla fine del quale ognun per sè e Dio per tutti, infine quello con la persona che, prima che altrove, dev’esserti entrato nel cuore. Ecco: quest’ultimo tipo di sesso è raro, e non è detto che sia sesso coniugale. Anzi, molto spesso non lo è.
    Mi auguro di non essermi incartata.

  4. @Cinciamogia: perfettamente d’accordo, allora!
    @Pietro: a chi lo dici…
    @Belphagor: no, non mi è mai successo. Può capitare, ma non è comunque peccato né genesi di sensi di colpa, secondo me.
    @XPX: una parte importante.
    @Spinoza: è il primo sito che mi è capitato!
    @Testabislacca: al di là che con “amore” io non intendo Amore, l’importante è che sia buon sesso senza inutili autoflagellazioni a posteriori.
    @Oscar: non voglio chiederti cosa facevi con le mani eh?

  5. se intendiamo che è amore per il sesso allora ci sta
    ma sesso identificato con l’amore bah
    non sono d’accordo
    si può fare ottimo sesso senza amare la persona con cui lo fai
    amore x il sesso
    mi pare + adeguato

  6. Alia, io non riesco a fare differenze fra amore e Amore. L’Amore è totalizzante e raro. L’amore di cui parli è, secondo me, un volersi bene, trovarsi simpatici e gradevoli. Se ciò basta (e può bastare) per fare dell’ottimo sesso senza sensi di colpa o aspettative di alcun genere, allora va anche benone. Ma l’Amore è raro.

  7. Post straordinario che condivido totalmente. Ascoltare il desiderio che nasce dentro di noi e lasciarsi guidare soltanto dal piacere sarebbe davvero una conquista mentale da raggiungere ma questo traguardo luminoso non sempre è così semplice da raggiungere…

  8. Prima di tutto mi complimento con te per i bellissimi,coinvolgenti,intelligenti post che fai.Me li sono sparati tutti in una volta!
    Il sesso?Ognuno deve viverlo come gli va,senza abusare di nessuno,e se a uno piace andare con le prostitute….
    Cristiana

  9. arrivo qua per la promozione che ti ha fatto la stimata bislacca, e devo dire che la realtà è stata all’altezza dell’aspettativa anche se non condivido troppo il contenuto, non credo che sia stata la chiesa o le religioni monoteiste in genere a creare i tabù sessuali, mi pare evidente che al di là della libertà sessuale molto più parlata che attuata, uomini e donne abbiano al riguardo approcci ben diversi, comunque sbaglierò io, ciao

  10. @Artemisia65: sì, basta non avere poi rimorsi inutili e godersela.
    @Testabislacca: l’Amore è rarissimo. A volte dubito che esista.
    @Marco: non sempre SOLTANTO dal piacere, ma in qualche caso sì, liberamente. E’ difficile e non è per tutti.
    @Lario3: a me sta più simpatico Morelli.
    @Fabio: infatti, e per chi è capace di farlo, è opportuno viverlo con gioia.
    @Romano: amore per il piacere. Certo non amore in senso assoluto.
    @Daniele: beh, io sono migliore ;-).
    @Cristiana: grazie per i bei complimenti. Per il resto sono d’accordo con te.
    @Impollinaire: non esistono pensieri giusti e sbagliati, ma solo diversi.
    @Chit: appena la conoscerò provvederò ;-)
    @Ciro: non è una recensione. Il libro non l’ho letto nemmeno io, ho solo fatto delle considerazioni sul titolo e su una frase che ho trovato su un sito che ne parlava ;-)

  11. Morelli, secondo me, sofre di manie di protagonismo infatti, su tutti i suoi giornali, c’è sempre la sua faccia in atteggiamento da maranza :-D

    Grazie mille per il commento, CIAO!!! :-D

  12. penso che, forse anche a causa del contesto nel quale viviamo e della cultura “cattolica” che pervade la nostra società, abbiamo dato troppa importanza al binomio sesso/amore. Non dimentichiamo che per la chiesa il sesso in se non è peccato, ma deve essere finalizzato alla procreazione. Credo che se riuscissimo a riportare il sesso a quello che è, cioè scambio, piacere, emozione, potremmo scinderlo dall’amore e riempirlo di un valore a se stante. Peccato che non vedrò mai questa rivoluzione, soprattutto perchè quando e se avverrà il sesso non mi interesserà più :o(

  13. Anch’io non potrei mai farlo con un amico. Con un’amica, forse, ecco… ^_^
    A parte questo dire che “Non ne avrebbe parlato se non avesse sentito un legame che andava al di là dell’attrazione fisica” mi sembra una fase di un’ingenuità mostruosa, considerato che ci sono maschietti “professionisti” in questo genere di cose che fanno outing (come si dice adesso) delle proprie interiora (o mondo interiore? fate vobis) col preciso scopo di “toccare le corde giuste” per ottenere in cambio la prestazione richiesta, dando alle femminucce l’illusione di aver condiviso qualcosa… e nonostante tutto c’è sempre una che ci casca :(

  14. @Enio: ma il sesso è ricerca di piacere condiviso con gioia, perde meccanicità e volgarità. Certo che non tutti riescono a viverlo in tal senso, quindi lo fanno scadere nella volgarità, nell’automatismo e quindi nella negatività.
    @Lune: ti ho risposto in privato :-)
    @Nadir: anche per me, ma non per tutti è così.
    @Lario3: maranza è un tuo nuovo “amore”, linguisticamente parlando ;-)
    @Unodicinque: anche per me è così…mica son più una bimba… :-(
    @Spuzza: il sesso è un ingrediente fondamentale dell’amore, ma anche da solo ha un buon sapore, se fatto con gioia.
    @Ema: sono d’accordo, è così in molti casi. In QUEL caso specifico però non ce n’era motivo, visto e considerato che le cose tra noi erano chiare e non c’erano presupposti di confidenze. Insomma, le sue parole non avrebbero potuto né convincermi né dissuadermi dalla decisione presa. E lui lo sapeva bene. Poi ogni storia è storia a sé.

  15. Commento questo post citando Jeanette Winterson: “Il sesso può farti provare le stesse sensazioni dell’amore, o forse è il senso di colpa che mi fa chiamare amore il sesso”.
    Cosa avrà voluto dire!? ;-)

    Un caro saluto!!!
    salpetti

  16. Raffaele morelli!L’autore preferito di quel border line che tu sai,già da quando parlava ancora solo di felicità,autostima ed altre ovvie amenità,non oso immaginare gli effetti catastrofici sulla sua mente bacata…

  17. @Salpetti: non dubito che in molti chiamino “amore” una semplice attrazione, per trovare giustificazioni etiche ad un piacere che è visto come immorale.
    @Teresa: allora, se non l’ha letto, hai trovato cosa regalargli per Natale! ;-)
    @Damiani: ti ringrazio per le belle parole. E’ sempre un onore per me sapere di avere scritto cose che trovi interessanti!

  18. In tutto questo tuo ragionamento manca una componente fondamentale secondo me che è l’età, intesa come ragionamento, perchè conosco 50enni impenitenti che si comportano peggio di ventenni. Il sesso con amore è decisamente meglio e lo si capisce credo attorno ai 30 anni,anche se non è sempre cosi, l’intesa sessuale nasce da quella parte di noi che non conosciamo che si fonde e si riconosce con l’altro e che spesso la ragione non accetta ma i sensi si. Più facile scoprire ed apprezzare l’amore e il sesso,in tutte le sue sfaccettature a 40 anni gli si riesce a dare la giusta dimensione

  19. mah .io prima non pensavo cosi ,poi pensavo cosi adesso di nuovo non la penso cosi (ho 40 anni )
    cioe a 20 circa non pensavo cosi a 30 circa la pensavo cosi a 40 di nuovo no. non la penso proprio come a 20 ,no ma nemmeno come a 30. io credo che una diffrenza ci sia. cioe ,puo non esserci per qualcuno ,tipo come me ,per me non c ‘è perche nel sesso metto sempre dei sentimenti senno poi non riesco a afarlo indipendentemente dalla durata della relazione ,ma vieppiu se questa è lunga e intensa ovvio.pero ,per alcuune eprsone ,credo ancora nel nostro paese piu facilmente per gli uomini benche non sempre ,certo ,la differenza ci sta. puo esserci anche nel corso della stessa relazione ,nel senso che passata la fase dell innamoramento ,fare sesso e fare l amore possono non essere piu la stessa cosa. direi che fare sesso è piuttosto un atto egoistico ,teso al raggiungimento del proprio piacere senza curarsi troppo dell altro inteso quasi esclusivamente come strumento per conseguirlo. non nel senso che uno gode e l altro sta li ,no non cosi ,,direi. ma uno gode e li sta il suo unico obiettivo e l altro invece vorrebbe dell altro.io credo che il sesso senza amore per alcune persone possa esistere .si coniuga bene all egoismo. ora ,se entrambe fossero dello stesso avviso andrebbe pure bene ,ma quando uno dei due vorrebbe anche altro ,penso che da li in vanti non vada piu bene :penso che da li in vanti di sesso non ne verra fatto piu.buonanotte

  20. penso che esistano entrambi lee cose. il sesso fine a se stesso, come il sesso complice con affetto, e il sesso cosciente che sia amore o incosciente, ma il sesso e l amore è raro credo e bisogna essere molto maturi per alimentarlo sia maturità psichica che genitale.

  21. Ciao, mi sto interssando a qualcosa che non capisco. Dopo un matrimonio di 33 anni e 5 anni di solitudine, toh casualmente il primo giorno che ho partecipato a una
    festa da ballo mi sono diciamo coinvolta con una persona più giovane di 11 anni. Quindi lui 50 per capirci. In pochi giorni mi sembrava d’essr innamorata. Lui anche, molto presente, fisicamente e con le parole. Io più con i piedi per terra, anche se mi son buttata a capofitto in questa relazione. Ora però sto facendo marcia indietro, il desiderio si sta spegnendo nei suoi confronti. non so più se voglio se non lo voglio. Lo sto allontanando. Lui non vuole, non capisce, anche se ammette di esser stato troppo presente e si sforza di mollare un po’ la presa. Io continuo a dire è, era, solo sesso e lui continua a dire è amore, e per sempre e ti amo e ancora e ancora. Questo suo amore mi fa sentire bella e con tante possibilità. Ma non so più se provo qualche cosa e sopratutto se ho ancora voglia di lui. Mi resta sempre il dubbio era solo sesso?
    Un abbraccio a tutti voi che mi fate pensare. Marisa

    • Forse semplicemnte il tuo corpo aveva voglia di rinascere, di trovare conferma che sei ancora giovane e pronta a vivere gioiosamente la tua sessualità. Il tempo ti aiuterà a capire cosa provi per lui, ma anche nel caso ti accorgessi che era solo sesso…beh, che male ci sarebbe?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...