Giustificazione assenza e belle cosette

Come i più avranno notato (???) da qualche giorno non aggiorno. Per prima cosa siete pregati di apprezzare il simpatico calembour appena coniato nonostante il caldo torriderrimo di questi giorni. Per seconda cosa urge una spiegazione da parte mia. Breve e concisa: il mio pc è kaputt. Ma non kaputtino, come potrebbe pensare qualcuno dei miei onesti lettori. Proprio kaputtissimo: ventola di raffreddamento, processore, alimentatore…una reazione a catena che ha portato ad una fusione progressiva di varie ed eventuali componenti. Per gradire, sostituendo il mio case con quello di Lollo, si è scoperto che, niuno sape il perché, non funge internet. Forse è partito anche il modem? Mah, se ho detto che niuno lo sape, non l’ho detto a caso.

In questo momento sto digitando dalla casa romita (che non so esattamente cosa voglia dire, ma siccome Pascoli infila questa parola in tutte le sue poesie, ce la metto anche io, per rendere omaggio al Fanciullino che alberga in me) di “Nessun Nome”, il mio più caro quasi amico da cui sto trascorrendo un’umida giornata di afa e che mi sta facendo assistenza ad entrambedue i pc. Come tecnico, nulla da eccepire, ma come padrone di casa lascia alquanto a desiderare: per pranzo mi ha fatto trovare un Nientino con contorno di Nulletto. Morale: mi sono mangiata un panino al bar sotto casa. Poi mi ha offerto una pera Kaiser (mia risposta: col kaiser che voglio la pera), o, in alternativa, un frullato di youhgurth e pera (Kaiser, naturalmente). O un Liuk, cioè il sorbetto al limone con la stecca di liquirizia, bypassando il fatto che a me la liquirizia piace poco di più di una cozza cruda (a me le cozze crude mi fanno schifo…ma pure cotte). Però per il resto è stato disponibilissimo: adesso è in un altra stanza che sta testando il vecchio modem, per vedere se è rotto pure quello (yupi).

Domani, ad ogni modo, dovrebbe arrivare il modem nuovo, e vediamo un po’ come andranno le cose. Per ora mi scuso vivamente con tutti quelli che son passati di qui e non hanno avuto risposta nonché con tutti gli amici bloggers che sono solita leggere e commentare e dai cui blog sono stata e sarò assente finché le cose non saranno tornate ad un ragionevole status quo ante.

Ma nel titolo ho detto che avrei parlato anche di cose belle. Ecco, proprio belle nel senso di fantastiche non ce ne sono, ma del resto che cavolo potrebbe mai accadere di così entusiasmante in quattro o cinque giorni? Una cena divertente con dei cari amici, che ho salutato prima delle loro ferie estive che coincidono con il mio periodo di massimo lavoro. Oggi infatti è il mio ultimo giorno libero, presumibilmente fino alla prima settimana di agosto. Nel paese dove lavoro si susseguiranno festival jazz, festa del santo patrono, notti bianche (e in bianco) e festa della birra, senza soluzione di continuità. Mi aspetta quindi una mesata abbondante di lavoro matto e disperatissimo, in compagnia del sempreverde Figlio del Capo, che alterna ormai momenti di gentilezza sospetta a episodi di buona vecchia cafonaggine, che per quanto spiacevoli, sono più tranquillizzanti e familiari per me, avendoci fatto l’abitudine da tempo. Insomma, la cena (pizza buonissima, ma buonissima davvero); il lavoro; ah sì, una cliente del bar a cui fino a poco tempo fa credevo di essere odiosa, mi ha detto che sembro uscita da un quadro di Renoir; e che ho un aspetto poetico. Credo che sia uno dei più bei complimenti che abbia mai ricevuto, insieme a quello di un certo Marcello che una ventina di anni fa mi disse: “Sei bella come un’opera d’arte…hai presente? Tipo la PIETA'”. Che paragonare una donna alla Pietà non è il massimo, ma lui nemmeno era il massimo a fare complimenti.

E, ultimo ma non ultimo, Nessun Nome mi ha dato il regalo di compleanno (cioè il regalo che mi avrebbe dovuto dare a dicembre): una splendida macchina fotografica digitale Nikon. La mia prima digitale, non so se mi spiego. Non è mai troppo tardi.

Ok, il post si chiude qui. E’ stato lunghetto, ma non so per quanto tempo ancora rimarrò lontana da voi, e ho voluto generosamente lasciarvi questo mappazzone da leggere, così, giunti al termine, potrete pensare con sollievo: “Se ci va bene, per qualche giorno ancora ci lascerà in pace!”.

UPDATE: Sono di nuovo on line, ma vi lascerò comunque in pace per qualche giorno 😀 (contento, Pellescura? 😉 ).

Annunci

31 thoughts on “Giustificazione assenza e belle cosette

  1. Che ci fosse qualcosa sotto avevo iniziato a capirlo perfino io, Alia.
    Non potevi essere sparita all’inglese (???), senza spolparti il meme che ti ho affibbiato.
    Ma hai tempo: mica mi metto a rompere.
    Azz, vorrei chiederti un paio di cose…Prima o poi te le chiederò.
    Un bacio grande.

  2. Ciao,.. che ci sta fra Renoir e la pietà?
    Due occhicome un lampione! Il peggior pseudo complimento maschile che abbia ricevuto.

    In bocca al lupo per la sostituzione del pc, ma soprattutto spero che ti divertirai anche, lavorando. E poi, anche in 4 o 5 giorni possono acacdere cose meravigliose!

  3. @Dyo: eseguirò il meme quanto prima!
    @LaDonnaCannone: in effetti mi diverte lavorare al bar ma le cose meravigliose…beh non fanno per me. Ma mi accontento di quelle bellissime 🙂
    @Guady: e invece eccomi qui!
    @AmmiraglioK: quante ne vuoi, basta che non ritraggano me! 🙂
    @Occhidigiada: ma a me il caldo non fa passare la fame!
    @Guisito: ma che bel complimento! Insomma sono dolce e croccante? 🙂
    @Violetta: ora mi commuovo…
    @Pellescura: acc…non sei mai contento! 😉
    @Artemisia65: si è fuso tutto, nemmeno tu ce l’avresti fatta a salvarlo!
    @Nessunnome: sono già qui, grazie a te!
    @Skip: ha visto è ha provveduto. Un vero quasi amico D.O.C.!
    @Romano: un saluto a te, caro Romano.
    @Dyo: io ho mangiato un panino. E ho pure fatto due chiacchiere con la simpatica collega barista (qualcuno direbbe che sono capace di chiacchierare anche con i pali della luce, quando mi ci metto).

  4. Alianorah, sei dolce croccante, burrosa e succulenta; ma per piacere non mi toccare le cozze! Crude, no: è pure pericoloso! Ma un’impepata di cozze o un satè fatti con tutti i crismi… Alia, sono pure afrodisiache!!!

  5. @Daniele: ecco. Oggi ho avuto problemi con internet, ma mi rimetterò in carreggiata 🙂
    @Amaracchia: lasciamo perdere il tatto dei maschietti! 🙂
    @Guisito: e vabbè, nessuno è perfetto (burrosa?)
    @Fulvia: sì, in effetti ne ho sentito la mancanza anche io, sia di internet sia di tutti voi
    @Lario: GRAZIEEEEE!
    @Oscar: però dimostro di meno.
    @Soledautunno: ma perdono di che? Hai mica ammazzato qualcuno! 😀
    @Alicesu: evviva!
    @Dedy: io sono caliente…faccio fondere tutto! 😀

  6. Tempi tecnologicamente complessi e difficili!
    Almeno tu hai capito la “natura” del problema e l’hai risolto, Tele2 sta ancora cercando di capire perchè in tutto il nord-est l’unico con l’Adsl kaputt sono io 😕

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...