Strategie respingenti

Ecco qua, ancora una serata di lavoro al bar e si chiude la baracca fino al 29 agosto. Per me le ferie estive non sono sinonimo di vacanze, perché me ne resterò a casa, probabilmente a stressarmi con Lollo che deve ancora finire i compiti estivi, però sono contenta di questa pausa, perché le ultime settimane, per motivi che non starò a spiegarvi, sono state un po’ difficili. Spero di riuscire ad approfittare di questo periodo per sbrigare qualche affaruccio rimasto in sospeso, rimettere a posto la mia camera buttando il superfluo e riordinare anche i miei pensieri, buttando il superfluo anche in questo ultimo caso.

Considerato che due tra i miei ultimi sogni hanno visto come protagonisti Cher che mi portava in regalo dei prodotti di Bottega Verde e mio padre che rimaneva vittima di un attentato in Vaticano ordito da un sempreverde Ali Agca e in cui rimaneva seriamente ferito anche Cesare Cadeo, potete ben immaginare con quanta ansia io accolga questo riposo estivo!

E’ d’obbligo però chiudere questa estate di lavoro con un episodio che dimostra come, pur non essendo capace di affascinare chi mi piace, sono abilissima nel respingere gli indesiderati.

Da un po’ di tempo, ogni sera, puntuale come una cambiale, arrivava al bar A., un ragazzo sulla trentina, alto, fisico niente male, aria un po’ da tontarello. Lo avevo già notato qualche mese fa, seduto ad un tavolino, che mi guardava fissamente seguendo ogni mia mossa ma non osando farne nessuna lui. Preso coraggio, ha cominciato ad entrare, rigorosamente intorno alle 21 e un quarto, per ordinare un caffè con la panna. Le prime volte è andato liscio, poi si è fatto forza e mi ha chiesto di dove sono; e la sera dopo come mi chiamo; e quella dopo ancora a che ora smetto di lavorare…Poi, non sapendo più cosa chiedere, ha iniziato con “che mi racconti di bello?”. Ma cosa vuoi che ti racconti, che nemmeno ti conosco? Comunque era gentile, anche se un po’ “inquietante” a detta di F.d.C. (a proposito, non parlo più di F.d.C. perché abbiamo litigato e sono moltissimo arrabbiata con lui). E dico ERA gentile, perché una decina di giorni fa c’è stata la svolta. Alla sua domanda “Dove vai in vacanza?”, è arrivata la risposta che lo ha steso: “Da nessuna parte, devo risparmiare per comprare i libri di scuola a MIO FIGLIO”. Non ha osato chiedere altro. Probabilmente nella testa gli sono passate equazioni del genere FIGLIO=MARITO=NON E’ GIOVANE COME SEMBRA=EVITIAMO GUAI EVITABILI=MEGLIO CAMBIARE BAR. Non ha commentato, anzi, è riuscito anche ad essere ammirevolmente disinvolto. Inutile dire che il mio casuale buttare lì quelle due paroline non è stato per niente casuale. Inutile aggiungere che il mio messaggio subliminale ha perfettamente funzionato. Da allora non si è più visto. Chissà mai dove andrà a prendere il caffè con la panna ora!? 😉

P.S. che poi magari non viene più perché soffre di colite, ma io elaboro ipotesi, mica enuncio verità assolute!

Annunci

21 thoughts on “Strategie respingenti

  1. Però gli spasimanti non ti mancano…vedrai che prima o poi arriverà quello che ti piace!
    Per quanto riguarda le vacanze, come hai letto da me, a volte è meglio non farle…del resto anch’io ho trascorso 7 estati consecutive a Genova, e devo dire che non è niente male avere la città tutta per sè, trovare parcheggio, non fare la coda in posta o in banca, poter camminare per strada senza la puzza di smog…vabbè la smetto…spero che l’anno prossimo potrai goderti il tuo meritato riposo dove più ti aggrada.

    Buo week end 😉

  2. Diciamo quindi una doppia buona notizia: l’evaporazione del giovane uomo dai pruriti inguinali e le vacanze! Allora GODITELE, goditi almeno un po’ di riposo e sopratutto cerca di goderti il buon Lollo 😉

    Un abbraccio

  3. Mica vero che ti snobbo^^, solo che mi piace un sacco fare queste cose; quando mi prende una fissa, mi do tutta :-)))
    Io non rimango alzata per vedere le gare!…incredibile, ma vero, vado a letto con le galline e mi alzo alle 4…ahahah…le Olimpiadi sono solo ogni quattro anni, e meno male, perché mi stanno uccidendo 🙂
    Bacini

  4. Gli insegnanti che assegnano i compiti per le vacanze (estive, natalizie o pasquali che siano) vanno denunciati per molestie scolastiche a minori. Per l’estate basta consigliare un paio di libri da leggere, solo da leggere. Al ritorno a scuola si discute con i ragazzi su queste letture per i primi giorni.
    Che razza di sogni ti vai facendo? Agca? Se non sono almeno papi, non spara.

  5. @Damiani: ma speriamo di no!
    @Fulvia: grazie 🙂
    @Pibua: le vacanze non sono una mia priorità. Gli spasimanti gratificano il mio ego, ma ne farei volentieri a meno in cambio di quello giusto…
    @Spinoza: è anche meno pericoloso!
    @Ponza: tanto ne ritrovo a iosa al ritorno 🙂
    @Lario3: io farei anche a meno di farli, però, sogni di questo genere…
    @Chit: Lollo in questo periodo è così petulante che se potessi sceglierei un bel paio di settimane di cura del sonno. Allora mi riposerei, soprattutto le orecchie! 😀
    @GianFranca: è bello sapere di venire dopo la grafica e le Olimpiadi… 😉
    @Fabio: io la colite ce l’ho da quando avevo otto anni. Le vacanze? Cominciano ora, ma non prevedo niente di positivamente eclatante.
    @Violetta: promesso!
    @Oscar: sui sogni o sui corteggiatori?
    @Guisito: sono abbastanza d’accordo, però è anche vero che un poco di ripasso non è male.
    @AmmiraglioK: contro di lui, nemmeno Ali Agca ha potuto nulla!
    @Pat: io sono sempre molto spontanea quando devo scoraggiare un corteggiatore 🙂

  6. @Enrico: beh, diciamo che un maggiore approfondimento da parte sua gli avrebbe rivelato che sono separata, ma si vede subito quanto è “sincero” l’interesse delle persone 🙂
    @Cinciamogia: ti stupisci per il caffè con la panna? Che cosa mi rispondi se ti dico che talora ordinano la camomilla, il tè caldo e la CIOCCOLATA in tazza?
    @NessunNome: se vabbè…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...