F.d.C. colpisce ancora

Da un bel po’ di tempo non vi riferisco più di episodi che coinvolgono il Figlio del Capo. Questo perché, l’estate scorsa, tra noi c’è stata un po’ di maretta e siccome a me riesce facile parlarne male quando è simpatico, ma trovo sconveniente raccontare gli avvenimenti che lo vedono stronzo allo stato puro, ho preferito glissare. Dopo la riapertura del bar, al termine delle ferie di agosto, le acque si sono un po’ calmate e il suo atteggiamento dispotico è tornato a venarsi di quell’ironia para intelligente che mi fa più ridere che arrabbiare. La cosa che mi fa godere di più è poter ritorcere contro di lui (a ragione) le critiche che mi mosse (a torto) qualche tempo fa. Tanto per dire…durante la prima settimana di agosto, la Capa disse a me e alla mia collega R. di metterci d’accordo e di prendere un giorno di riposo ognuna, visto che in quel periodo il bar non chiudeva mai. La mia collega, tranquilla e beata, eseguì la disposizione, e F.d.C., che quel giorno stava a casa a girarsi i pollici, neppure se ne accorse. Quando toccò a me…apriti cielo. Mi fu dato dell’egoista, dell’irresponsabile, fui accusata di non prendere sul serio il mio lavoro, che già ero stata a casa fin troppe volte (una per mia iniziativa in tutta l’estate, a fine giugno; e una seconda volta una sera che pioveva a dirotto e lui stesso mi aveva telefonato per dirmi di non andare al lavoro); strillò come un’aquila finché mi misi a strillare anche io. E poi mi presi il giorno di ferie lo stesso, perché sapevo che era giusto, che non causavo problemi a nessuno (era un lunedì, di gente ne girava poca e c’era la mia collega) e che lui aveva torto marcio.

Sabato scorso, mister F.d.C., dopo quattro ore di duro lavoro alla cassa del bar, se n’è tornato a casa (alle 20.30) a vedere la partita, e al bar siamo rimasti in tre. La Capa, il Baristone e moi. Pioveva, faceva freddo e con deciso anticipo sul previsto, la Capa ha deciso di riaprire la sala da thè che è stata letteralmente presa d’assalto. Abbiamo lavorato senza soluzione di continuità per cinque ore e io sembravo un saltapicchio, costretta a fare su e giù per le due rampe di scale che separano il bar dalla saletta almeno per una quarantina di volte. Salivo, scendevo, e meditavo vendetta.

Il giorno dopo, appena arrivata al lavoro, mi sono piazzata davanto al giovanotto e gli ho detto “TU il sabato devi restare a lavorare, chiaro? Ieri io, tua madre e il Baristone ci siamo fatti il mazzo a tarallo (tipica espressione partenopea) perché TU dovevi vedere la partita!”. Si vede che era di buonumore perché mi ha risposto “Se volessi avere una suocera, mi sposerei”. Ma siccome avevo ragione, ho ribattuto che comunque, finché lavoro lì, io continuerò a dirgli come la penso, soprattutto se lo vedo adottare due pesi e due misure a seconda di quanto gli risulta più comodo. E che se c”è un irresponsabile, tra noi due, non sono certo io. Rideva, il fanciullo, forse pregustando l’attimo in cui potrà finalmente liberarsi di me. O forse ricordando il momento in cui, difendendo le mie ragione, gli gridai “Non puoi accusarmi di non prendere sul serio il mio lavoro! In quattro anni ho sempre fatto tutto quello che mi avete chiesto!!”; ottenendo come risposta un serafico “Non è vero. Sono quattro anni che ti chiedo di aumentare di statura, ma sei rimasta bassa come il primo giorno che ti ho vista”.

P.S. Il caro F.d.C. non leggerà tanto presto questo post, suppongo, perché ha il pc e l’adsl fuori uso. Ma quando lo farà, e lo farà, ribatterà, come già è capitato, che io ho suonato la mia campana ma lui non ha avuto la possibilità di suonare la sua. Voi, amici, sappiate che io ho ragione. Siccome mi volete bene, so che mi crederete. Nevvero?! 😉

Annunci

44 thoughts on “F.d.C. colpisce ancora

  1. Ma che tipetto simpatico ! Ma che genere di F.d.C. è ? Giovanotto di belle speranze, o attempato “bamboccione” ? Comunque questa dei figli di propietari di bar dev essere proprio una categoria a parte: nel baretto dove vado di solito, il locale F.d.P. (figlio del propietario), ha un’ aria talmente “possessiva” da “questa è casa mia e qui comando io” che io e il mio amico S. abbiamo coniato per lui il nuovo vocabolo di “sowner”, crasi di “son” e “owner” !!

  2. Mmmh che tipetto. Secondo me è il potere e la capaggine che danno alla testa, perchè i capi sono uguali un po’ da tutte le parti. In particolare i due pesi e due misure sono la norma.
    Almeno però ogni tanto ti fa divertire, se fosse anche di quelli seriosi sarebbe molto peggio!
    Io ti credo senza ombra di dubbio. F.d.C stai bravo e tratta bene la nostra Alianorah!

  3. @Belphagor: brutto non è, vecchio nemmeno, ma un po’ bamboccione sì. Piuttosto intelligente e arguto, ma con un carattere molto complicato. Alterna momenti in cui mi strozzerebbe ad altri in cui mi cuocerebbe nel microonde al posto dei popcorn. Ma in fondo in fondo mi odia.
    @Alicesu: devo prima imparare a fare i miracoli 🙂
    @Hermans: ma Hermans…mi vuoi dire perché ce l’hai su con me?! 😉
    @GaMa: un po’ tanto, direi. Ma anche io lo sono.
    @Damiani: sei un tesorone, Sal!
    @Unodicinque: sì, lo dice sempre anche lui.
    @Cincia: brava, difendimi, che lui mi bistratta sempre!
    @Oscar: dici che potrei sforzarmi? 😉
    @Romano: grazie!
    @Gandalf: sì, me lo ha detto “Ti amo e ti odio. Ma più ti odio”.
    @Lario3: grazie, M(L)ario (citazione del film “Non ci resta che piangere”)
    @Pellescura: prima leggeva sempre, ora non ha il mezzo tecnico. Ma recupererà. Insultatelo pure 😉

  4. “lavorare con lentezza senza fare sforzo alcuno,chi è veloce si fa male e finisce in ospedale…”altro che battutine acide,questa è la mia tattica per arginare approfittatori e deleganti.

  5. son 65 anni che la Carrà chiede al buon Gesù bambino di farla crescere
    eppure la rai mica la licenzia per questo…
    due campane…e si di solito nel campanile ce ne stan due, bisogna vedere qual’è di coccio
    io ti credo, classico figlio di papà, sicuramente zitellone…e così negli anni a venire
    se poi ne trova una…ahah ecco che lo vedremo strascicante come il mocio vileda 😛
    ma scusa…na domanda se posso…ma la capa non ha detto degli accordi ferie presi con voi?
    no perchè…se è la mamma…allora capisco da chi ha preso…
    alza le maniche donna, mica te posson licenzià così per così… 😀

  6. @Fulvia: paura eh?
    @Nadir: come di fatto è.
    @Alcmena: ecco che la butti sul femminismo 😉
    @Teresa: ma già me lo dice che sono lenta!
    @Jessica: sì, magari!
    @Gandalf: catulliano eh?
    @Irish: no, la mamma è indipendente.
    @Skip: troppo buono tu!
    @Daniele: vedo che ci siamo capiti, ah!
    @Specchio: ma no, dai. A parte qualche momento così è simpatico.

  7. @Guisito: beh ma questo è chiaro, ed è anche prossimo visto che i genitori stanno per andare in pensione. E visto che comunque farà quel che vuole, cosa ho da perdere? E poi lui me lo dice sempre “Tu mi piaci così come sei” 😉
    @AmmiraglioK: sì, la prima volta ho riso anche io. Alla cinquantesima la battuta ha cominciato a suonarmi vecchia.

  8. ci contavo che alla prima volta tu avessi riso, ci sta nell’idea di persona intelligente ed autoironica che io, come gli altri cheti leggono, si sono fatti di te, sono persino arrivato ad immaginare il sorriso che puoi aver fatto( questo grazie alle foto che hai pubblicato di te)
    certo cinquanta volte sono un po’ troppe…
    … domanda ma non è che sia un messaggio subliminale del tipo: ” sei un po’ acidella, se ti addolcissi un po’faresti proprio il caso mio” eh?

  9. @AmmiraglioK: che mi consideri acida, non è oggetto di messaggio subliminale. Me lo dice chiaro e tondo. Sul resto ho fortissimi dubbi.
    @Bruno: mi sa che vi fermerete alle campane 🙂
    @Lario3: grazie carissimo. Buon week end anche a te.
    Note: necessità e cause di forza maggiore 🙂
    @Fulvia: è comprensibile 😉

  10. certo che sapendo che fdc leggerà i commenti, sento una certa responsabilità, ecco. Mi limiterò a dirti che l’uso degli acronimi è sempre pericolosamente euqivoco. Perché quell’fdc potrebbe sembrare anche molto ma molto più offensivo del significato suo, e magari riverberare di infamia dissimulata. Insomma rischieresti il licenziamento.

  11. Brutta cosa che Capi o Figli dei Capi o Collaboratori dei Capi leggano i blog. La mia identità come Spinoza è rigorosamente segreta (bé, non proprio, dal momento che ho una sciarpa con scritto Spinoza: ma spero che l’associazione non sia così automatica, via).

  12. @Chit: F.d.C. vuol dire Figlio (intelligentissimo, integerrimo e pieno di buoni sentimenti) del (ottimo e abbondante) Capo (insigne e degno del massimo rispetto)! Mai mi sfiorò altro pensiero nel creare questa sigla! MAI! P.S. come F.d.C. mi ha fatto notare, leggendo il tuo commento, non è proprio corretto “insultare” persone che non possono difendersi (perché non hanno internet in questo momento). Ho quindi modificato in parte il tuo commento e la mia risposta (salvandone il senso malizioso 😉 ). Spero non te la prenderai per questo, l’ho fatto anche per un termine un po’ forte usato in un altro commento per un altro protagonista delle mie avventure, che nulla ha che fare con il mio lavoro (per precisare che è una forma di limite che metto non solo pro domo mea, ma per tutti). Io in qualche modo “uso” le cose che mi capitano e le persone che conosco per rendere frizzante il mio blog, ma non voglio che qualcuno ne faccia le spese (anche solo in dignità) in modo esasperato.
    @Fabrizio: ma lui lo sa eh? Me lo dice sempre “Ma quel F.d.C. non suona bene, cosa vuol dire? Ma in fondo, lui lo sa bene cosa vuol dire ;-).
    @Mauro: allora nel tuo caso il F.d.C. sei tu!
    @Spinoza: lo ha scoperto da solo, mannaggia!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...