Sogni, bisogni e…

Mi è capitato di sognare che mi rifilavano una banconota da 750 euro tarocca. E che mia madre andava al supermercato davanti casa mia per cercare (disonestamente) di spacciarla per buona ma se ne accorgevano e volevano denunciarla. E che mia madre fingeva di essere polacca e di non capire perché la volessero arrestare.

Mi è capitato che in sogno correvo in aiuto di mia madre, riuscivo a scagionarla, ma finivo oltre porta che dava accesso ad una dimensione al di fuori dello spazio e del tempo e saltavo da un mondo all’altro, accumulando punti e abilità come in un videogame. E in uno dei mondi un tipo che aveva una specie di varicella mi contagiava, ma io avevo conquistato il filtro per guarire subito e salvavo la pelle, anche se la cattiva di turno ancora mi inseguiva per disturggermi.

E mi è capitato di finire in un mondo in cui bastava esprimere un desiderio per vederlo realizzato. Ma per quanto mi sforzassi, c’era sempre qualcosa che impediva che la realtà fosse all’altezza del desiderio. Lui arrivava, ma aveva perso i capelli, era sposato e aveva due figli. Oppure era una specie di fighetto con la testa brillantinata e la vestaglia di seta. Più cercavo di definire ciò che volevo, precisando i particolari, più il risultato era deludente.

Allora capivo, anche in sogno, che non è vero che quando desideri qualcosa tutto l’universo cospira affinché il desiderio si realizzi. L’universo se ne frega dei nostri desideri e l’unico modo per ottenere ciò che si vuole è agire. Ci vuole un grande coraggio, perché non è facile incassare un no e a volte è ancora più difficile rischiare un sì. Ma la forza del pensiero, da sola, non basta e nessuna Harry Potter Fata Smemorina (scusate, Harry Potter mi sta TROPPO antipatico) verrà mai in nostro aiuto per trasformare i sogni in realtà.

Devo solo trovare la strada giusta da seguire, per far sì che il messaggio che il sogno mi ha inviato non si perda nel nulla.

1212606768

Annunci

30 thoughts on “Sogni, bisogni e…

  1. Guarda, se fai veramente sogni del genere questa è la prova del nove che sei “oltre”. 🙂
    Però hai dato una spiegazione esatta e razionale del messaggio contenuto nel tuo sogno.

  2. Momento chiave del post “perché non è facile incassare un no e a volte è ancora più difficile rischiare un sì”…come sono d’ accordo. Tante volte uno è convinto di vivere nella paura del rifiuto, e invece è l’ angoscia dell’ acettazione. Scrivili spesso i tuoi sogni, più lo fai e più te ne ricordi, più te ne ricordi e più ti aiutano !

  3. Purtroppo però spesso non serve neanche agire. Io vorrei tante cose che sono impossibili. Vorrei che l’Italia fosse un bel posto dove vivere. Vorrei che le malattie non esistessero. Vorrei che il papa se ne stesse rintanato a casa sua e non rompesse.

    Purtroppo, però, sono pii desideri.

  4. @Lario: a me a volte piace, altre meno.
    @Testabislacca: sì…”oltre” la ragione!
    @Skip: ma non è per niente facile!
    @AmmiraglioK; Chit: ma se fumo solo cicoria!
    @Unodicinque; Artemisia; Ch: pensate, non avevo quasi cenato!
    @Fabio: non so se Freud faceva quel tipo di sogni. La banconota è tutta tua, se la ritrovo.
    @Belphagor: ho scritto i miei sogni per tre anni, quando ero in analisi. Ora preferisco dimenticarli.
    @Simo: dovrei provare…
    @Alicesu: per niente, ma il consiglio rimane valido.
    @Spinoza: tu non esprimi desideri…chiedi miracoli!
    @Pietro: nel senso che fa dormire? 😉

  5. I sogni sono meglio del cinema, e a volte anche quelli apparentemente bislacchi ci dicono qualcosa di noi (anche se non ho mai capito come li possa interpretare qualcuno che non è la persona che li ha fatti).
    Anche io quelli bislacchi me li godo proprio, a volte capita persino che mi svegli ghignando.

  6. Non è detto che il sogno non abbia un senso recondito. Forse sei malcontenta di quel che è successo durante la giornata, ce l’hai con tua madre o con qualcun altro. I sogni sono le nostre valvole di sfogo, non sottovalutarli.

  7. Avrei voluto dire di mangiare leggero prima di coricarti..ma siccome viaggio con due giorni di ritardo il commento è stato già usato.
    Allora io ti auguro che i sogni belli si avverino.
    Non succederà, ma succedesse sarebbe un poco anche merito mio.
    O no.

  8. @NessunNome: eh guarda, mi ci manca solo quella!
    @Oscar: tu non sei un sogno, ma una splendida realtà.
    @Testabislacca: mannaggia, manca solo qualche dettaglio! 😉
    @Cincia: i miei sogni non sono quasi mai divertenti.
    @Daniele; Pen: non è che mi servano i sogni per capire di non essere soddisfatta dalla realtà, sob.
    @Fulvia: nei sogni tutto è possibile.
    @Nadir: in effetti…
    @Gandalf: Marzullo ha deviato le menti.
    @Bruno: grazie, Bruno, almeno per averci provato!

  9. caspita!è una cosa parecchio importante…l’importante comunque è lanciarsi: le persone,le esperienze che vanno male si dimenticano con altre persone e altre esperienze,giusto?l’importante è buttarsi, anche se a volte si fa mooolta fatica…
    p.s. perchè odi harry potter?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...