Ma che bella sorpresa!

Fino a un po’ di tempo fa, quando i programmi televisivi diventavano insopportabili alla vista, ci si poteva consolare con la pubblicità, che qualche sprazzo di genialità ancora poteva averlo. Ricordo uno degli ultimi, lo spot degli orologi Swatch sulla relatività del valore del tempo, con quella canzone così romantica in sottofondo che non ricordo più come si intitolasse, ma sono certo che voi tutti la ricordiate quanto me.

Ora, tra una fiction con la Ferilli che si destreggia in un improbabile ruolo a metà strada tra Mary Poppins e Demi Moore in Streaptease e una gita nell’imponderabile con Giacobbo che da quando leggo Lario e le sue tavole mi sembra ormai la parodia di sé stesso; ecco, sarebbe bello riposarsi con un po’ di spot. Bello e impossibile.

“Per fare una sorpresa/trova un giorno senza sorpresa. Giochiamo alla sorpresa/niente di meglio di una bella sorpresa”. QUESTO è il jingle della nuova pubblicità degli ovetti Kinder. La voce guida, aggiunge, se non si fosse capito che “in Kinder sorpresa ci sono tante fantastiche sorprese” e un’altra voce aggiunge poi “cerca le sorprese in Kinder sorpresa”. Ora, a parte che la canzone fa schifo e io mi chiedo chi sia quel decerebrato che l’ha scritta e quell’altro che l’ha accettata per lo spot; a parte che dire OTTO volte “sorpresa” in trenta secondi trenta, mi sembra veramente da poveri di spirito e di fantasia; voglio aggiungere a titolo del tutto privato, che a me la cioccolata più latte e meno cacao mi ha sempre fatto venire l’acidità di stomaco; da un po’ di tempo anche quando non la mangio.

Poi c’è la réclame Golden Lady. Una gnoccolona che la metà basterebbe, esce in strada per prendere un taxi e mentre cammina, pian piano si spoglia, fino a restare completamente ignuda, con su solo un paio di autoreggenti. La voce guida, recita qualcosa come: “forse gli uomini guardano le mie scarpe…oppure il taglio dei miei capelli…ma nessuno saprà mai come sono veramente”. Beh, sorvolando sul fatto che gli uomini in genere non si accorgono mai del taglio di capelli di una donna; e anche se così non fosse, scommetto tutto quel che ho che davanti a una donna nuda, un uomo non guarderebbe mai la peluria che ha in testa ma sposterebbe lo sguardo verso altri lidi; posso concludere che se continui ad andare in giro nuda non tutti sapranno come sei veramente, ma sicuramente sapranno dove sei: a casa con la polmonite e una multa per adescamento.

Ecco, vorrei terminare con una nota positiva: “House”, la Thurman e Ibra che decidono quale potrebbe essere il miglior regalo di Natale. E’ quasi certo che Hugh Laurie sapesse chi è Ibrahimovic, perché è inglese e si sa, in Inghilterra il calcio va. In USA il soccer è sport da femminucce, per cui la bella Uma, come minimo quando gli hanno presentato il calciatore, avrà esclamato “Ibraché?”; e lui, il buon Zlatan, che lì in mezzo ci sta come un cavolo a merenda, tanto che si confonde facilmente con la mobilia; palleggia con le decorazioni natalizie, dimostrando l’assioma “calciatore=genio sensibile” ma ricorprendo con dignità il ruolo che gli è stato affibbiato. Però almeno questa mi fa ridere, e poi…House è sempre House!

Annunci

30 thoughts on “Ma che bella sorpresa!

  1. Minchia se hai ragione ! Io agli ovetti kinder associo ancora “una sorpresa su cinque sarà uno di noi”, slogan e tormentone delle uova in questione quando ero bambino, ed eri fico solo se finivi la collezione delle sorprese… (Tra l’ altro, appunto, “a li tempi mia” si chamavano “ovetti kinder”, non kinder sorpresa, forse perchè era ancora di più il gusto di mangiare cioccolata che di montare il giocattolino, vallo a sapere !)

  2. Certi spot sanno di genialità, ma altri… Quello dell’amaro Montenegro ad esempio mi sta proprio sul piloro. Salvano quel vaso del menga almeno 10 volte al giorno. Io quel vaso sai da quando tempo lo avrei mandato a remengo?

  3. Ehiiiiii ha visto l’ultima pubblicità di….
    NO. Ma dai! No,non ce l’ho presente. Ma non è possibile…E vabbè non l’ho vista. Ufffffff

  4. Le belle pubblicità non sono molte. A me spiace veramente, ma veramente, la pubblicità dello scoiattolino che con una mega-scorreggia balsamica salva il bosco dall’incendio. Forse sono troppo formale, ma non mi garba proprio.

    Questa degli ovetti Kinder mi pare da mentecatti, ma purtroppo i pubblicitari di solito sanno quel che vogliono e a chi è diretta. Non vorrei fosse diretta ad altrettanti decerebrati…
    Lindamir

  5. La canzone della quale hai detto si chiamava Breathe, ma adesso non mi viene il nome del cantante.
    A volte ci sono spot fatti bene, ma non mi viene il nome dello spot.
    Alia, forse non sto messa tanto bene, eh?
    😉

  6. @oscar:ci divertiamo un mondo, di noia no non ce n’è,mobili e convenienza noi li dedichiamo a te: mondo convenienza, la nostra forza è il prezzo ! Intramontabile jingle di un mobilificio (credo) laziale !

  7. Hai ragione, House è sempre House, anche se non ho ancora visto quella pubblicità con Ibra e l’Uma! 😉 O forse sì e non me ne sono accorta, dato che le pubblicità le sopporto poco tutte, tant’è vero che annullo l’audio quando ci sono. Detesto in particolare quelle natalizie, tutte scintillanti e confettose, e tra un po’ ne verrà un diluvio…

  8. @Pietro: ma poi non posso scriverci un post!
    @Belphagor: a li tempi mia nemmeno c’erano…
    @Guisito: per non parlare della campana e del cavallo.
    @LadyOscar: mi par di capire che non l’hai vista…
    @Lindamir: sullo “scorreggiattolo” scrissi un eloquente post sul mio vecchio blog.
    @Testabislacca: io non ricordavo nemmeno il titolo della canzone…
    @Spinoza: dunque Dio non tifa Inter?
    @Fabio: forse è raccomandato…
    @Oscar: almeno sono ruspanti.
    @Teresa: troppa fatica!
    @Susanna: puoi offrirti per aiutare Teresa!
    @Belphagor: umbro, se non erro.
    @Daniele: a colpire colpisce, proprio in mezzo alla fronte. Ma per me è decisamente un deterrente all’acquisto, quindi su di me non funziona!
    @Pensierini: anche quella di House e Uma è natalizia, ma…House salva il tutto. Sono pronta ad una nuova sfida contro ‘o professore!
    @Chit: l’unico televenditore con l’enfisema incorporato!

  9. per deformazione praticamente guardo solo gli spot … principalmente sono meglio costruiti dei programmi televisivi, molto simili a cortometraggi .. ma uno (a parte quello della kinder) che butterei nel cestino della carta è quello della pasta sfoglia, con l’acuto finale nella parola “bravaaaaaaaa” … da quando va in onda quello spot me la faccio da sola la pasta sfoglia!

  10. Troppo forte 😀

    La canzone della Kinder è vergognosa…

    Su quella della Golden Lady ieri ho detto più o meno la stessa cosa a mio fratello!

    Ibrahimovic è orrendo!!!

    Buona giornata

  11. penso sempre che i jingle pubblicitari siano, nel migliore dei casi, cretini. Ma devo concordare col Rockpoeta: magari non attaccano su di te, ma attaccheranno su un paio di milionate di bambini che romperanno l’anima a mammà finché questa, esausta, non li accontenterà. L’accento sulla parola “sorpresa” è una sorta di suggestione post-ipnotica. Della serie… ora dormirai profondamente e al risveglio non ricorderai nulla, ma ogni volta che sentirai la parola SORPRESA ti verrà voglia di più latte e meno cacao.

    PS Per la cronaca, extrafondente tutta la vita. Ma il buon cioccolataro non rifiuta mai niente.

  12. sei un genio. anche io non mi capacito che abbiano pagato l’idiota che ha scritto quella canzoncina del kinder sorpresa (e che ha immaginato un padre idiota come quello dello spot, evidentemente pensato per far leva sui traumi dei figli di divorziati); l’unico spot pubblicitario che ricordi più brutto di questo era “collant saltallegro”: una voce di depresso che rappava accompagnato da una squallida pianola “chi non salta non è allegro, yeah, yeah!” ve lo ricordate??

  13. Sono capitato su questo blog proprio dopo aver contato le volte in cui veniva pronunciata la parola “sopresa” in quella brutta pubblicità e cercando su google “pubblicità kinder sorpresa fa schifo”. Concordo sul tuo commento. ciao.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...