Fuori il nome!

E’ stato amore a prima vista. Forse perché è moro con gli occhi azzurri, proprio come piace a me. Oppure perché ha quell’aria un po’ tenera e un po’ spaurita che fa venir voglia di riempirlo di coccole. O magari è per la sericità che comunica il contatto con il suo corpo morbido e caldo. Il prezzo era accessibile, molto accessibile per cui, preso atto che la mia infatuazione non sarebbe scemata col tempo, l’ho agguantato e non l’ho mollato più. Certo, non è stato facile andare contro la pubblica opinione. Ad esempio, ecco lo scambio di battute avvenuto, al riguardo, con F.d.C., col quale ho rifatto pace da non molto tempo, soprattutto da quando mi ha confidato una sua disavventura, traumatica, avvenuta in ascensore (ma questi sono fatti suoi e non entro nei particolari):

F.d.C.: è orrendo! Veramente brutto. Mai visto niente di peggio in vita mia!

A.: ma se è tenerissimo! Piace anche ai miei!

F.d.C.: ci credo. Sono abituati a vedere te! Mi stupisco che non ti abbiano buttata dalla rupe Tarpea quando eri in fasce.

A.: non avevano i soldi per pagarsi il viaggio.

F.d.C.: comunque se non lo prendevi tu, chissà quanto tempo sarebbe rimasto qui!

A.: bene! Allora meno male che l’ho preso io!

Che poi l’importante è aver ottenuto da lui anche un congruo sconto, che mi ha reso il possesso ancora più gradito e averlo portato via dalla vetrina del bar dove nessuno lo apprezzava il giusto.

Del resto, al cuor non si comanda il suo visetto sbilenco mi ha conquistata a prima vista. F.d.C. lo chiama Walter, ma a me fa venire in mente Veltroni, e questo raffredda i miei ardori. Gradirei quindi battezzarlo con un nome più simpatico ed empatico ma scarseggio in fantasie per cui… a chi potrei chiedere consiglio se non a voi? Intanto ve lo presento…

papero1

E ora…come lo chiamiamo?

Post pressoché inutile

In attesa di elaborare il post con gli errori, o meglio, gli orrori che avete pescato nelle canzoni famose, mi affaccio per farvi sapere che nonostante tutto sono ancora viva. Ho avuto un terribile mal di gola che ho generosamente passato a Lollo, perché si sa che una buona madre deve dividere ogni cosa con i proprio figli, al punto da privarsene essa stessa. Quindi ora la mia gola è quasi guarita, in compenso lollo ha due gnocchi fritti al posto delle tonsille. Devo dire che lui riesce comunque a rendere proficua ogni situazione: non essendo un mangione, con la scusa del mal di gola, evita di vuotare il piatto, perchè “non riesce ad inghiottire”. In più, essendo oggi stato dal medico per un controllo, ha pensato bene di non fare i compiti perchè “ormai si era fatto tardi”. Perché mai non li ha fatti prima, chiederete voi…Ma perché “se ne era dimenticato”, che domande! Vabbè, per una volta gliel’ho fatta passare liscia, visto che di solito è piuttosto ligio, e gli ho scritto una giustificazione. Oggi è stata una giornata positiva e ho voluto rendere grazie indossando i panni della mamma buona e comprensiva. Anche se poi, alla fine, un paio di pizzette gliele ho tirate lo stesso perché altrimenti si vizia troppo. A presto con il florilegio degli svarioni. Non mi abbandonate!

Avete pronti?

Ora vi darò un compitino per casa. E’ un po’ difficile e richiede un minimo di concentrazione, ma sono certa che applicandovi, riuscirete a rispondere adeguatamente. Si tratta di trovare evidenti errori (grammaticali, sintattici, lessicali) in canzoni famose. Insomma, dei veri e propri svarioni che su un compito di italiano avrebbero fruttato agli autori indelebili segni blu; mentre invece, cantati, hanno fruttato un sacco di soldi.

Per cominciare, ne propongo due:

“Ho sentito il cuore in gola, ma però, ero forse troppo avanti” (E poi, Mina).

“Un azzurro più intenso ed un cielo più immenso (Felicità, Al Bano e Romina).

Chi mi segnalerà più sfondoni, avrà come premio tanta simpatia. E buttala!

Foglie cadenti

Selezione di corteggiatori e tronisti a “Uomini e donne”. Si presenta un tipo palestrato, completamente calvo, occhi da “ho più canne io di un organo di una cattedrale”. Gli danno un foglietto su cui è scritto:

SOLDATI

Si sta come, d’autunno, sugli alberi le foglie.

Gli si chiede di memorizzare il verso e recitarlo. Questo è quanto ne esce:

“Sista come virgola d’autunno virgola sugli alberi virgola le foglie”

E cosa vuol dire?

“Che se si conosce bene forse l’autunno  è la stagione migliore”.

Chi l’ha scritta questa poesia?

“Soldati” (con buona pace di Ungaretti n.d.A.)

Ma quello è il titolo!

“Ah. Sorry”.

Gli mostrano una foto di Giuseppe Verdi e gli chiedono chi è.

“Uhmmm…Einstein, credo. Boh…nun ‘o so!”.

E io ho capito perché guardo questa trasmissione. Mi fa sentire talmente colta e intelligente!!!

Buon compleanno, Lollo!

Il 15 Marzo Lollo ha compiuto 13 anni ma, poiché lavoravo, i festeggiamenti e la preparazione della torta sono stati posticipati a ieri. Il pandispagna l’ho comprato, ma le decorazioni sono opera mia. Si è vero, sono ispirate alla festa di Halloween, ma nell’unico supermercato aperto al paese il lunedì mattina, non ho trovato niente di meglio. E comunque, per quanto fuori stagione e fuori tema, non trovate che sia originale? (e, garantito, anche buona!). Ecco a voi

LA TORTA!

compl-0041

Goliardia di mezza età

Quel che mi piace di più delle uscite con i miei amici, è che pur essendo tutti più o meno intelligenti, di cultura medio superiore (io sono la più gnucca, non essendomi laureata) e con professioni di un certo livello (dal farmacista al geologo, dall’architetto al medico, dal professore all’avvocato), quando siamo insieme diventiamo veramente terra terra, diciamo stupidate e cose sconce e ridiamo delle battute più bieche.

Ieri, in pizzeria con tre amici: un medico e un’insegnante di lettere al liceo, un insegnante di educazione fisica (vabbè, non son geni, ma nemmeno capre). E io, barista/cameriera, ma pur sempre con un diploma di liceo classico e undici esami di università sul groppone. La più gnucca, per l’appunto.

Alianorah: ma ci pensate? noi siamo quattro peccatori, secondo la Chiesa Cattolica andremo all’inferno e ci ritroveremo a mangiare la pizza insieme là!

Medico: pizza alla diavola!

Prof di Ed. Fis.: ma voi in che girone vi vedete!?

A.: io vorrei andare nel girone dei lussuriosi, ma temo che non ci riuscirò. Ma voi ci andrete (rivolta ai due prof)

Prof di Lettere: seee, magari!

A.: io andrò tra gli Ignavi, già lo so!

Prof di Ed. Fis. : io andrò tra…

A.: i Sodomiti!!!

Medico: a proposito, una volta un mio collega cretino, disse ad un amico, riferendosi ad uno spogliarello da lui fatto durante una cena goliardica “Ho saputo che ti sei esibito in costume SODOMITICO” (invece che ADAMITICO, n.d.A.)… Ma io mi chiedo: come potrebbe mai essere un costume sodomitico?

A.: beh…con una foglia di fico davanti e…una banana di dietro!

Che cul…tura, ragazzi!

Briciole, briciole, briciole!

Ed ecco le chiavi di ricerca di questo mese…

fuffoli: figli di fuffa e struffoli?

chi ha inventato le patatine pai: sicuramente il signor Pai in persona

racconti erotici “pisellino”: e sai che erotismo, con un pisellino!

posso lavare i capelli con la polmonite: non so, io uso lo shampo.

la stempiatura di raul bova: tutto testosterone in più, invidioso!

significato di pippa in polacco: credo voglia dire “pippa”

tingere i capelli come gandalf: tutti i gusti son gusti.

lui dice dice che sei troppo scollata: prova con il vinavil

titolo canzone paraparapara: oddio…

giochi lolli polli: una nuova marca di giocattoli?!

tu scendi dalle stelle subliminale: no, qui non ci arrivo proprio a capire.

cono gelato luminoso: è luminoso il cono, il gelato, o il tuo Q.I.?

blog alianorah: sei finito nel posto giusto!

autoironia del capo: qui invece sei proprio nel posto sbagliato!

amaro montenegro con orologio: non ho mai visto l’amaro montenegro con su l’orologio! Io sapevo che usava ancora la clessidra.

mosè padre lupo alberto: ma questo è uno scoop, soprattutto considerato che Mosè è un bobtail, e Alberto è un lupo! Corona, tu ci ha rovinato la vita!

cosa si dice dopo aver preso l’ostia: “mi sci è attacchata tuttha al pahlatoh!”

la fica di iva zanicchi: depravato!

la vita di marco carta passo per passo: depravato pure tu!

com’e fatta la fica: a forma di fica