Il noioso caso di Benjamin Button

Ho visto il film “Il curioso caso di Benjamin Button” e mi sono accorta di come, seguire la storia di un tizio che nasce vecchio e diventa progressivamente giovane mi abbia fatto capire di fondo una cosa: mi sto facendo vecchia io. Sì perchè un tempo sarei impazzita per un film così, paradossale, romantico, emozionante, assurdo, tormentato. Invece mi sono mortalmente annoiata per almeno un’ora e mezza. Alla fine ho anche spremuto una lacrimuccia, ma ben poca cosa in confronto ai fiumi salati che avrei versato fino a una decina di anni fa. Ecco, sto diventando cinica, materiale. Quando vedo un film pulito pulito, dolce come un confetto e confezionato con la stessa cura di un regalo comprato da Tiffany (a proposito, “Colazione da Tiffany”…quello è un film), mi viene da chiedermi: ma non ci sono parolacce? e le scene di sesso? Ora, il sesso manca praticamente del tutto, questo film è ancora più casto di “Vi presento Joe Black” e io ci vedo lo zampino di Angelina Jolie, quella sciocca femmina con le labbra alla Clarabella, che ha probabilmente vietato al suo contesissimo sposo di mostrare troppe grazie sul set. Insomma, già Brad Pitt non è tra i miei attori favoriti, (lo paragono ad un carciofo alla giudia: sono entrambi bboni e hanno entrambi la stessa espressività), ma almeno volete darci una panoramica più completa rispetto agli insistiti primi piani dei suoi occhioni blu? In definitiva, la trama è un coacervo di luoghi comuni e banalità, con qualche sprazzo di umorismo e una fotografia stucchevole tutta evidentemente ritoccata al computer (come le rughe di Brad, per esigenze di copione). Capisco bene come, nonostante le numerose nomination, si sia portato a casa solo due Oscar minori, anche se la critica italiana è stata piuttosto benevola nei suoi confronti.

Ora però basta, mi sto proprio inacidendo. E a tal proposito, a tutte le persone che, in riferimento al post precedente, mi chiedono informazioni sul misterioso “Lui”…non posso darvi altri particolari, ma da quel che ho appena scritto, potrete almeno capire perché non mi ca*a per niente :-D.

Annunci

20 thoughts on “Il noioso caso di Benjamin Button

  1. Avevo letto una recensione entusiastica di questo film ma, chissà perchè, non ho voluto vederlo.
    Grande la comparazione di Brad ad un carciofo.
    Temo tu abbia ragione: ci fosse stata ancora la Aniston, al suo fianco, forse una mano sul culo alla partner l’avrebbe messa. 😉
    Senti, mettila così: se tu sei acida io sono soda caustica allo stato puro. E’ che ne ho viste tante, ed ora non riesco davvero a togliermi quest’espressione beffarda dalla faccia.
    Ti devo un’email, cara.
    Bacio.

  2. Ma forse non sei tu che stai invecchiando, è il film che, come direbbero i francesi, fa cagare !! Io credo proprio di si, finchè si riesce ad emozionarsi davanti a colazione da tiffany (e te lo dice un maschietto) si è giovani !
    Quanto a Lui…ma almeno sa che esisti, o lo guardi da lontano ??

  3. Non è un brutto film, ma certamente non mi ha coinvolto come “Sette anime” che amo i profondamente. Il curioso caso di Benjamin Button l’ho trovato un po’ scontato, prevedibile e quindi non mi ha fatto muovere dentro…

    Marco

  4. beh , diciamolo , l’idea non è che sia proprio originale!!! Caruccia, si, ma nulla di più; assolutamente non paragonabile a colazione da Tiffany, film sul quale anche ultimamente ho versato silenziose e nascoste lacrime. Sul misterioso “Lui” non dico nulla; però , credo tu lo abbia capito, a me piacciono tanto le storie a lieto fine……

  5. non l’ho ancora visto ma era in programma…e mo che faccio? lo vedo? non lo vedo?
    colazione da tiffany è uno dei film più belli che io ricordi
    anche una nota di merito a Joe Black però…sicuro il bel Brad ha avuto una spalla mica da poco
    me lo vedrò questo, anche se il bel biondone non è tra i miei preferiti 🙂

  6. @Testa: Brad è comunque sempre un bel vedere. Il film non è proprio “accio” ma…che barba!
    @Belphagor: lo sa, lo sa.
    @Marco: condivido.
    @Bruno: esatto, proprio per quelle 🙂
    @Unodicinque: beh, piacciono anche a me, ma…il lieto fine non è per tutti!
    @Guady: ripeto, non è malvagio, ma è noioso, soprattutto la parte centrale.
    @Spuzza: e chi lo nega!? Ho detto anche io che è bbono come un carciofo fritto, ma tu un carciofo fritto lo faresti recitare? 😉
    @Irish: poi mi saprai dire cosa te ne è sembrato.
    @Oscar: anche se Lune dice che flirto con te (ma quale flirt, il nostro è ammòre!), mi vedo costretta ad ammettere che, nonostante sia uno schifoso guerrafondaio, Bruce mi fa sangue più di Brad.

  7. Penso che anagraficamente parlando tu ed io dobbiamo essere arrivate più o meno allo stesso punto della vita: tu pensi di invecchiare guardando Brad Pitt, io sbavando sopra un piatto di pasta! Sob!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...