Pasta e basta!

Potrei dirvi del fornaio del grande fratello che ha risposto che il traghettatore delle anime secondo Dante è “Oronzio…ah no no! CARONZIO!”. Oppure dirvi di quella giornalista che ha commentato che “la sassaiola ha FERITO il pullman di tifosi” (il carrozziere si riserva la prognosi). Oppure ancora di un cliente deficiente del bar che per fare lo spiritoso mi ha detto che “se durante il terremoto stavi facendo sesso, il movimento avrebbe potuto aiutarti”. Potrei raccontarvi di un tipo che mi ha dato della “Circe ammaliatrice” (smettila di ridere, lo so che stai leggendo!) credendo di farmi un complimento ma trascurando il particolare che Circe era una zoccolona che per conquistare gli uomini doveva praticare dei sortilegi e mal che andasse, li trasformava in maiali. Potrei anche non tacervi di uno che dopo avermi chiesto per quattro mesi di andare a cena con lui nonostante gli dicessi che non gliel’avrei data,  si è dileguato nel nulla nel momento in cui ho accettato l’invito e…senza nemmeno chiedermela!  Insomma, potrei dirvi tutte queste cose, ma mi sento stanca e mi limiterò a domandarvi un consiglio: per una cena a base di pasta, che condimenti mi suggerite? 🙂

Annunci

55 thoughts on “Pasta e basta!

  1. spaghetti alla carbonara, tagliatelle al ragù, asparagi e polpa di granchio, broccoli e salmone, linguine al limone, orecchiette alle cime di rapa, spaghetti allo scoglio…
    le ricette sono tantissime ma per favore evitiamo quelle con la panna!

    se poi vuoi andare sul riso eccoti due idee peperone gamberi e curry (utilizzando il riso long & wild), risotto alla salsiccia
    spero di esserti stato utile

  2. bottarga e zucchine? oppure carbonara vegetariana di melanzane, zucchine, capperi, peperoni? gamberi e asparagi? ragù bianco con funghi? Le sere in cui non ho voglia di cucinare, spadello la pasta con tonno e zucchine quasi al crudo e pochi ciliegini, vino bianco e basta. Peccato non poterti invitare a cena.
    Mi pare che tu viva bene questa condizione, Ali, divisa tra esigenze nette e sostegno dell’autostima. Quello che si perde quasi mai era necessario. 🙂

    • Gamberi e asparagi l’avevo pensata anche io, ma terrò conto anche delle altre. Non vivo male la mia condizione e accetto anche i bidoni, soprattutto quando vengono da persone di cui non mi importa pressoché nulla 🙂

      • Allora, si soffrigge la pancetta affumicata (vedi tu quanta, va a gusti) a dadini con uno spicchio di aglio tagliato a pezzettini. Si aggiunge la passata di pomodoro, si sala, si mette un po’ di peperoncino e si lascia stringere a fuoco basso. Quando si è stretto un po’ si aggiunge un pizzico di origano e un vasetto di panna da cucina, in modo che il sugo diventi di un bel colore rosato. Si lascia stringere ancora a fuoco basso per un quarto d’ora circa.
        Quando si sta per cuocere la pasta si aggiungono al sugo dadini di emmenthal svizzero e si lasciano sciogliere per il tempo di cottura della pasta. La più indicata sono i maccheroncini. E’ un piatto non propriamente estivo ma è buonissimo.
        Baci.

  3. Pomodorini Pachino lasciati un po’ in una ciotola con dell’olio e un po’ di erbette a piacere (la mia Mamma ci mette aglio, basilico e origano). Scola la pasta al dente, schiaffala nella ciotola coi pomodorini, amalgamala un po’ e mettila max 5 monuti in forno; poi spolverizza il tutto col pecorino romano, se ti garba.
    E’ semplice, ma gustosa…
    gatta susanna

  4. Senti, Circe ammaliatrice, a quest’ora della notte non saprei dirti molto, tranne che ho una voglia disumana di purè di patate.
    Ho letto dell’invito a cena sfumato.
    Non c’è niente da fare: chi dice uomo dice danno.

  5. Non so se le cena ci sia gia’ stata e se sia stata gia’anche digerita… pero’ a me piace molto la salsa di melanzane, se le fai cuocere molto a tocchetti con polpa di pomodoro viene fuori una cremina che e’ la fine del mondo…. se ti piacciono le melanzane!
    E poi volevo di nuovo farti i complimenti, sei un vero spasso……. oddio, spero che i tuoi corteggiatori non mi copino la frase(visto il target!)
    Stai su’, da che mondo e’ mondo ….. gli uomini, di donne non ne capiscono nulla. E’ che a me di passare dall’altra sponda non mi riesce proprio, mannaggia!!!
    Ciao simpaticissima.

  6. uh mi ero scordato una cosa che credo si chiami cirrucco:
    1)fare tostare del pane grattugiato
    in una padella con del buon olio di oliva far soffriggere aglio, una/due acciuga a testa ( va fatta scogliere) peperoncino, rosmarino condire la pasta con il soffritto aggiungendo il pane grattugiato e dell’origano. Semplicemente libidinoso

  7. ovviamente no, oltre all’olio per soffriggere i porri, la ricetta prevede anche una punta di gorgonzola, quattro capperini sotto sale, due fettine di pomodoro secco sott’olio, una spruzzata di grana trentino e due, ma dico solo due, gocce di succo d’uva bianca. Ma mi sembrava più appropriato definirla col nome dei suoi ingredienti principali, anche per venire incontro alla tua attuale competenza in campo culinario

    • Non mi piace il gorgonzola e non ho capito la panna a che punto va. Comunque la cena è stata fatta, e con le mie fettuccine (fatte da me medesima) asparagi (selvatici) e gamberetti, e con le mezzemaniche col sugo dell’oste ho fatto la mia porca figura. IO SO CUCINARE, CHIARO!?!?! 😛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...