Ogni cosa a suo tempo…

Può capitare così, inaspettatamente, un giorno di maggio in una delle più belle città del mondo, Roma…Può capitare che l’amico di sempre, quello con cui ti confidi, sulla cui spalla hai pianto tante volte, che ti ha consolata e fatta ridere e arrabbiare, quello con cui sei andata in vacanza cameratescamente…Ecco, può capitare che lui ti porti in un giardino e che ti inviti a sederti su una panchina appartata, lontano da occhi indiscreti e ti dica… “Ora lo tiro fuori, te lo faccio vedere e tu puoi prenderlo in mano…non sei la prima persona che lo fa, ma ora è tuo, tutto tuo, per sempre”. E tu te lo ritrovi in mano senza saper bene che farci, perché non ne hai maneggiati poi molti nella tua vita e non sai bene come gestire la situazione. Ma sei felice, perché scopri che era da tanto che lo desideravi e lui pure è felice, perché era da tanto che voleva dartelo. Ma…poi qualcosa non funziona, lui prova a infilare e poi togliere e poi a infilare di nuovo, ma…probabilmente non è il posto adatto, o non è l’ora adatta. Sì, lui propone di spostarsi in un luogo più consono, ma tu non te la senti, ci sarà un altro momento, un’altra occasione…per provare il portatile, usato ma in ottime condizioni, che il tuo migliore amico ti ha regalato, completo di scheda wifi che però, nonostante i tentativi di connessione, in quel giardino di Roma, a quell’ora, non ha proprio funzionato!!!

Annunci

40 thoughts on “Ogni cosa a suo tempo…

  1. Ma che cavolo dici Maria Ganza!?! Non c’erano reti in quel punto!!! Il wi-fi funzionava benissimo! 🙂 Sei tu che non ti sei voluta spostare vicino a case di ricchi abitanti del centro che sicuramente ci avrebbero garantito una navigazione sicura e completamente gratuita! 🙂
    Il nano malefico non lo so, ma io sono SICURAMENTE vittima della stampa di sinistra! 🙂

    • L’ho scritto che era il luogo e l’ora a non essere adatti. Qui l’unica vittima, sono io! Ma, come ti ho detto, sei in buona compagnia…conosco almeno UNA seconda persona che avrebbe fatto come te 🙂

  2. La copertura wi-fi di Roma è un triste(o) argomento ahimé… in giardino poi! Poi ci mancava solo Babbo Natale in groppa alla Befana. (in senso buono).

    La prossima volta provate a farLo in un grande centro commerciale, davanti a tutti, invece che di nascosto.

  3. ci vuole solo un pò più di coraggio che diamine è così bello imparare e poi se la cosa è pure piacevole… si può anche non tener conto del posto dove lo si usa! ci vuole solo un pò più di coraggio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...