Chiacchiere tra sordi

E visto che il Natale è alle porte e anche alle finestre, un aneddoto in tema.

Premessa: da cinque anni e mezzo, il mio lavoro al bar nel periodo invernale ha le seguenti modalità: venerdì e sabato sera, dalle 21 fino alla chiusura; domenica pomeriggio, dalle 16 alle 20. Non è un segreto per nessuno, anzi, chi mi conosce lo sa. Chi mi conosce da tanto tempo, lo sa ancora meglio. L’amico Fritz mi conosce da prima che iniziassi a lavorare al bar. Sillogismo vorrebbe che lo sapesse anche lui e invece…

Circa una settimana fa, chiamo l’amico Fritz e lo invito con gentile perentorietà a trovare un pertugio tra i suoi numerosissimi impegni, acciocché possa consegnargli il regalo di compleanno/Natale, regalo cumulativo perché non potevo permettermene due decenti, per cui ho preferito fargliene uno solo, e pure indecente.

LUNEDI’:

Alianorah: so che a Natale non ci sei ma ti ho chiamato in anticipo così magari riesci ad organizzarti per incontrarci. Va bene un giorno qualsiasi, TRANNE venerdì e sabato, e domenica pomeriggio.

F.: guarda, sono giorni allucinanti sul lavoro, non ti garantisco niente, ma vedo quel che posso fare e ci sentiamo.

VENERDI’ SERA:

F.: scusa se non mi sono fatto sentire, ma è stata una settimana tremenda e non ho trovato un momento libero…avevo pensato…che ne dici se ci vediamo domani pomeriggio?

A.: ehm…veramente sarebbe veramente scomodo per me. Dovrei venire da te, poi tornare a casa, cenare e ripartire per andare al lavoro…

F.: ah, perché, il sabato lavori?

A.: (sospiro rassegnato)…sì, il sabato sera e la domenica pomeriggio…possiamo vederci domenica sera?

F.: no, domenica sera non posso, vado a trovare un’amica che non sta bene…Però possiamo vederci domenica pomeriggio!

A.: (doppio sospiro rassegnato)…F., domenica pomeriggio lavoro…Lunedì sera?

F.: no, lunedì lavoro fino a tardi e torno a casa stanchissimo. Che ne dici se ci vediamo DOMANI SERA?

A.: (ormai rassegnata senza più sospiri) F., DOMANI SERA LAVOROOOOO!

F.: ah, già, lavori.

A.: martedì?

F.: mah, si potrebbe, ci risentiamo?

A.: (sicura della sua perfetta buonafede e sincerità e per questo oltre misura paziente e comprensiva) ok, comunque non ti ho comprato uno yogurt, per cui il regalo non scade. Se proprio non puoi, si rimanda.

F.: ok, comunque ti faccio sapere.

Conclusione: mi chiama stasera, trafelato.

F.: sto di corsa, ho finito ora di lavorare, non ce la faccio a vederti! Devo andare a fare la spesa, poi a cena, poi accompagno mio padre a trovare dei parenti prima di partire per Roma…dobbiamo rimandare al mio rientro!

A.: ok, a dopo Natale. Ma se poi rimandi ancora, il regalo te lo spacco in testa.

Tenuto conto che anche lui mi deve dare il suo… va bene la pazienza, ma quando ce vo’, ce vo’.

E, già che ci sono…



Annunci

32 thoughts on “Chiacchiere tra sordi

  1. Non capitano tutte a te, cara Alia.
    La storia dell’amico Fritz si ripete quasi ogni anno, quasi con le stesse modalità.
    A me lui sembra un uomo simpaticamente fra le nuvole.
    Per adesso ti lascio un anticipo di Buon Natale: abbiamo ancora un po’ di tempo.
    Gallina, renna.
    🙂

    • Sì, sta diventando una simpatica tradizione nataliza, nevvero? Pensa che il primo anno che comprammo i regali di Natale l’uno per l’altra, ce li scambiammo a Pasqua.
      Renna, gallina a te, Nita cara!

  2. Com’è che lo sopporti ancora… o lui sopporta te?!?! 😀 😀

    Nel dubbio di perdermi nel tragitto verso il Piemonte (Natale con i tuoi dicono e così faccio) lascio a te, Lollo e tutte le persone che hai a cuore (lo so che ci sono anche io :D) i miei migliori e più sinceri auguri di buone festività e… ci si rilegge ancora prima di fine anno vero?!? 😉

    Un abbraccio forte!

  3. Sei sempre una pasticciona, anche se è parecchio che non ci sentiamo 😛 Avevi messo come link alianorah.com…dove avevi lasciato wordpress? Nel mouse? :-)))

    Quanti regali arretrati avete tu e l’amico Fritz? Per fare il lavoro che fa, è proprio un imbranato con i controfiocchi!

    Se ti va un regalino di grafica ♥♥♥, guarda qui:

    Ti abbraccio…e non rimproverarmi sempre, Mammina Cara ♥, è una cosa reciproca, perciò dovremmo prenderci a scapaccioni a vicenda :-X
    Auguri a tutta la famiglia, pelosi compresi…a quanto siamo ora, tra cani, gatti & affini?

    • Ma il mio non era un rimprovero, era un rammarico fustigante e autofustigante. Io e l’amico Fritz non abbiamo regali in arretrato, visto che abbiamo cenato insieme due settimane fa. Ma per lo scambio dei regali natalizi era troppo presto, ancora :).
      Purtroppo di pelosi ne sono rimasti solo due, un cane e un gatto. Ti spiegherò dettagliatamente in privato il perché, compresi i motivi per cui da tanto tempo latito. Auguri, Gradita Festaiola.

  4. Da un pò ti seguo e allora visto le festività colgo l’ocasione facendoti i miei auguri di buone feste a te e family.
    Sei simpaticissima!!
    ^___^
    Ciao Cara

  5. Un augurio di Buone Feste! Del buon Natale resta abbastanza poco…
    Per l’amico Fritz: bah, che pazienza. Ma se dici che è adorabile, vale la pensa di sopportare anche le sue stranezze.

    Ciao!

    gatta susanna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...