Sigmund, se ci sei, batti un colpo!

Chi mi segue dai tempi dello spaces, saprà che le mie notti non sono sempre tranquille, non perché mi dia alla pazza gioia, purtroppo, quanto perché spesso i miei sonni sono turbati da sogni che assomigliano più a delle brutte fiction che a degli incubi. E si sa, una fiction, quando è brutta, è peggio del peggiore degli incubi. Recentemente queste turbative oniriche si sono intensificate e non certo perché, come molti di voi staranno già malignando, io mi conceda luculliani cene a base di peperonate, pajata, fritti misti.

Tanto per fare un esempio, sogno spesso di comporre canzoni bellissime, di cui invento lì per lì i testi e con musiche celestiali e commoventi fino alle lacrime. Non mi era successo però che queste canzoni fossero colonna sonora di eventi complessi: l’altra notte ero una donna che durante la seconda guerra mondiale cucinava per i partigiani rifugiati tra le montagne…della Ciociaria. Terra notoriamente piena di montagne piene di partigiani. E nell’attesa dei valorosi combattenti per la Patria, cantavo questa canzone, “Passa il mestolo”, mentre mescevo nelle ciotole una minestra acquosa.

Questo è niente, in confronto al sogno di ieri notte: un technicolor in cinemascope, dolby surround e tutto il resto che canta l’organo, con protagonisti nientepopodimenoche Dustin Hoffman e Merryl Streep, di nuovo insieme dopo “Kramer contro Kramer”. In questa occasione, superate forse le difficoltà coniugali che avevano portato alla loro separazione, vivevano uno strano connubio, ambientato in una casa sull’albero, sulla quale Hoffman, attempato Tarzan, piombava volando su fattispecie di liane.

Non vi angustio oltre e ce ne sarebbe. Ma non posso non concludere con un breve flash sulla cui natura non voglio indagare: un po’ di tempo fa, ho sognato un sensuale bacio alla francese tra Rocco Siffredi e Raimondo Vianello. E ho detto tutto.

P.S. fuori contesto, ma leggete qui. E’ meritevole di attenzione.

Annunci

28 thoughts on “Sigmund, se ci sei, batti un colpo!

  1. Alli…ora ho la febbre e il mio scaldasonno e li che mi chiama
    ma due minuti per scrivere li trovo con piacere, e con piacere ho passato il tuo link a Bella… 🙂
    mi sono persa qualche post mi sa, mannaggia alla drogafarm..peggio della coca (cola)…
    sai una cosa? mi mancano quelle sane risate del mattino, quelle che nascono spontanee leggendoti..
    arrivo…tranq. che attivo 🙂
    e porto l’ovetto x Lollo 😛
    a presto
    Mari/Irish..

  2. Ah-ah-ah-ah-ah-ah-ah-ah-ah-ah-ah-ah-ah-ah-ah-ah-ah-ah-ah-ah-ah-ah-ah-ah-ah-ah-ah-ah-ah… oddio, muoio!!!
    Anche io avrei voluto fare un sogno così!!!

    Grazie mille per il commento, CIAO!!! 😀

  3. Chg mangi a cena? Ogni notte mi addormento recitando lo stesso mantra: “Rocco (si, dempre lui!) vieni a trovarmi in sogno” – ma invece sogno di leggere tomi giganti e leggo, leggo, leggo. Per forza mi alzo con gli occhi gonfi!

  4. Effettivamente il bacio appassionato tra Rocco Siffredi e Vianello un pò fa accapponare la pelle eh 😐 …però se ti può consolare,c’è chi sta messa peggio di te..Mia sorella ad esempio sogna di partorire Galletti Vallespluga..e alla mia domanda “scusa Vale,ma come fai a capire che era un Galletto Valespluga?” lei mi risponde “dalla targhetta che aveva sul petto”..
    ..no comment..
    Fabio.

  5. E’ bellissimo, ogni notte è come andare al cinema!
    Anche Vianello in qualche sigla di varietà anni ’70 interpretava una specie di Tarzan e si muoveva sulle liane, vedi che c’è un filo conduttore.

  6. “L’interpretazione dei sogni” tempo fa te lo volevo regalare ma tu hai rifutato:-) Ma ora è in edicola a pochi spicci eh! Fai ancora in tempo!

  7. Il bacio fra Vianello e Rocco Siffredi è da interpretare, in effetti.
    Il resto, grosso modo, rispecchia, trasfigurandolo, quello che viviamo e pensiamo.
    la notte scorsa ho fatto un sogno facile facile ed illuminante su una questione sentimentale che mi angustia.
    bene: il sogno ha fugato ogni dubbio, suggerendomi di togliermi dalle balle.

    ps. Dustin Hoffman e la Streep erano ancora giovani?
    😉

  8. ok, Aly, è giunto il momento di accaparrarsi un uomo, e di trovare altro da fare la notte, al posto di questi sogni/incubi/finte fiction/postumi da peperonata alle 11.00 di sera!

  9. Per una qualche strana ragione rimuovo puntualmente il contenuto dei miei sogni ma dubito che la mia mente possa essere in grado di ‘partorire’ queste forme di follia.

    Perché un bacio tra Raimondo e Rocco è chiaramente il prodotto tangibile di una mente folle, questo deve essere chiaro!

    🙂

  10. Missaà tanto che Freud non c’entra.
    Leggevo che a volte si sognano immagini che l’occhio ha captato senza che la mente l’abbia rilevato.
    Forse hai visto due uomini che si baciavano e non te ne sei accorta.
    Cristiana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...