Riabilitazione

Viste le reazioni suscitate dal precedente post, voglio riabilitare i tre amici che ne sono protagonisti, citando tre affermazioni che vi faranno capire perché io voglio loro bene e perché sono contenta che ci siano.

“Hai presente la bambina col cappotto rosso in Schindler’s List? Ecco, tu sei il mio cappottino rosso, l’unico tocco di colore in una vita per me in bianco e nero”.

“Ho notato che a volte assumi un’espressione piena di malinconia. Poi, improvvisamente, il tuo volto si apre al sorriso. E io ricordo tutti i tuoi sorrisi”.

“Non esco con te se no poi ci devo provare, e noi siamo troppo amici perché io ci provi con te!”

Non fate i complimenti…

Può capitare di sentirsi dire “Amo ogni parte di te. Meno male che sei una stronza e hai un carattere di merda, altrimenti sarei già morto (d’amore, n.d.A.)”. E sentirsi dire “Con la minigonna e i tacchi sei diversa, sembri…sembri…una gru!” E anche: “Di te non salverei nulla, tranne una cosa: il braccialetto che ti ho regalato”.

E queste frasi capita di sentirle dire da amici. Non oso immaginare cosa mi direbbero quelli che non mi trovano simpatica!

Piccoli Lolli crescono…

Ieri sera, domenica sei febbraio, quando sono tornata dal lavoro, Lollo mi si è presentato davanti con aria soddisfatta, esponendo la facciotta alla luce, ansioso di mostrarmi la NOVITA’.

Ieri, domenica sei febbraio, Lollo si è fatto la “barba” (i baffetti, per essere precisi) per la prima volta.

IL MIO BIMBOOOOOOOOOOO! 😀