L’amore ai tempi di Facebook

Sabato sera alla sala da tè. Entra una coppia, in due non raggiungono i quarant’anni. Lui è magro, occhi chiari, faccia da bravo ragazzo. Lei è molto carina, capelli corti e piega da parrucchiere, trucco discreto ma molto accurato, vestito elegante a fasciarle la figura snella. Si siedono, consultano il menu, ordinano qualcosa da bere. Dopo averli serviti, mi ritiro dietro il bancone e non vista li osservo. Non si parlano, e come potrebbero? Lui traffica freneticamente con due cellulari, inviando dati dall’uno all’altro, spingendo tasti con frenesia. Lei ha lo sguardo assente, forse un po’ triste, o forse solo annoiato. Spero non indifferente come sembra. Lui parla al telefono con qualcuno che gli spiega come fare a connettersi ad un social network di modo che possano comunicare anche tramite cellulare; poi riattacca e ricomincia a pigiare sulla tastiera. Intanto io prendo altri ordini, preparo vassoi, servo clienti. Dopo dieci minuti, controllo se qualcosa è cambiato. Lei guarda nel vuoto, lui guarda i telefonini e smanetta. Poi, miracolo: una pausa durante la quale lui sembra ricordarsi di non essere solo. Dà alla ragazza un bacio sulla guancia, lei sembra rianimarsi, ne pretende uno sulle labbra. Lui partecipa con apparente entusiasmo, tanto da concedergliene un secondo. Poi il cellulare squilla di nuovo e lui riprende da dove aveva sospeso, mentre lei si riaccascia sulla poltroncina, sorseggiando distrattamente la bevanda.

Sabato sera alla sala da tè. Due ragazzi che insieme non hanno ancora quarant’anni e non hanno già più molto da dirsi. Li guardo, io, che i quaranta li ho superati da un pezzo. Li guardo e non li invidio. Per niente.

Annunci

34 thoughts on “L’amore ai tempi di Facebook

  1. Ad un mio amico successe di assistere ad una scena analoga in un cinema, prima che iniziasse il film. E i due erano giovanissimi come gli avventori della sala da tè.
    Non li invidio nemmeno io. Probabilmente si lasceranno, o continueranno a scambiarsi baci indifferenti.

  2. Scena in sala parto (a cui ho assistito di persona!): lui (con accento romano): Amò, fammè un bel visino che te metto su faisbuk che te vedon tutti – parenti ed amici!
    Lei: puff-puff-spingi-spingi
    Pensavo lo avesse mandato a cagare invece lei sorride e con la manina fa ciao-ciao.

  3. Cento anni di…galera a lui e cento, (ma con la condizionale), pure a lei perchè se le donne non sopportassero inutilmente gli idioti, ma li prendessero a pizze al primo comportamento del genere, forse gli imbecilli diminuirebbero.

  4. Nessunnome magari lei accetta perchè ha paura di rimanere sola, va a sapere. Che tristezza infinita ma ce ne sono tanti che stanno insieme così non si sa perchè. O forse si. Non è amore, è semplicemente paura di rimanere soli.

  5. Io credo che il male peggiore sia la totale assenza di fantasia. La realtà virtuale ci sottrae emozioni e ci rallenta il pensiero anche se ci dà l’illusione opposta. Nn sono molto lontani i tempi in cui, adolescenti, io e i miei compagni sedevamo in un bar a fare niente, giocare a carte, come i vecchi appunto. Però il sabato sera NO. Ci inventavamo di tutto in un piccolo paesino che niente offriva tranne il gioco delle carte appunto, feste in case di campagna quasi diroccate con braciolate e musica fino a tarda notte, uscite in motorino per vedere stelle cadenti , fare l’amore nei campi di grano, rotolare balle di fieno,…tutto pur di sfuggire alla realtà che ci veniva offerta. Oggi gli adolescenti credono di avere il mondo alla loro portata ma hanno solo un’immagine di esso. Grazie del post ed un saluto ai miei compagni di merende cuprensi.

    • Hai ragione. Anche quando vengono in gruppo (parlo dei teeagers, dai venti in su, le cose cambiano un po’, per fortuna), appena si siedono, cominciano a pestare sui cellulare, ognuno per conto proprio. Sembrano ipnotizzati, estraniati dal contesto. Drogati.

  6. Secondo me non c’è molto da paragonare: la vita di un ventenne di oggi è molto diversa dalla vita di chi è stato ventenne venti anni fa, nel bene e nel male. Che sia migliore o peggiore è solo un giudizio di valore che intanto ha un significato in quanto a formularlo sia chi ha vissuto quella stagione della vita diversamente. Si potrebbe capovolgere il punto di vista e analizzare aspetti della gioventù di allora altrettanto discutibili e inspiegabili. Insomma, essere contenti dei propri trascorsi è un bene ma il pericolo di una cinica nostalgia è dietro l’angolo.

    • Nessuna cinica nostalgia, prendo atto che io ero diversa e mi piace che lo fossi. Se poi devo dirla tutta, io sto meglio adesso di quando avevo 20 anni, perché sono ancora più matta di allora 🙂

  7. Invece io, durante tutto il viaggio in treno, da Arezzo a Napoli ho avuto di fronte un ragazzo e una ragazza neppure ventenni, che per quasi cinque ore non hanno fatto altro che giocare ai giochi elettronici,insieme; però ogni cinque minuti si scambiavano un bacio. Che carini.

  8. Se devo dire la verità, credo che si confonda il mezzo con il contenuto. Se hai qualcosa da dirti, te lo dici anche via facebook, e ti serve magari a farti sentire più vicine persone lontane (le mie amiche di Milano, per dire: da che ci si è iscritte a facebook, ci si tiene in contatto molto meglio). Se non hai niente da dirti, puoi stare a 50cm e stare su un pianeta separato.
    A parte questo, facebook è per il 90% composto da messaggi-belinata ed applicazioni-belinata.
    Ciao

  9. descrizione ‘realistica’ e impietosa;), ma è proprio così. Anche a me è capitato di osservare coppie di quell’età e anche un po’ più grandi e di trovarli già ‘annoiati’ e presi da altro…da cosa poi???

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...